Passione fotografia



Passione Fotografia



Gli appassionati di fotografia, che siano professionisti o solo amatori, trovano in Romania una grande ricchezza di spunti in tutti i generi. La fotografia di paesaggi gode di un ambiente particolarmente originale in quanto in Romania ci sono vedute non contaminate dalla mano dell’uomo o anche situazioni e antiche tradizioni ormai uniche in Europa; scene bucoliche identiche a quelle che avremmo potuto vedere mille anni fa: il carro che porta i lavoratori a fare i covoni nei campi, il gregge che attraversa la strada con il pastore vestito di pelli, i cavalli e le mucche libere nei campi e nei boschi (scene impossibili in pianura padana, dove esistono solo stalle). Ugualmente la fotografia di ritratto o di scene rurali è molto stimolante e facilitata dalla disponibilità della gente. In particolare i vecchi contadini, sempre amabili e gentili, sono lieti di farsi fotografare. Anche nei mercatini ortofrutticoli dei paesi è simpatico fare
foto di scene a noi ormai desuete (es. la vecchina con il suo semplice banchetto, che vende i prodotti del suo orto). Un’altra particolarità è quella di scattare scene della straordinaria fantasia dei rumeni che li porta a inventare attrezzi e situazioni da noi impensabili. E’ giusto il detto “dove termina la fantasia inizia la Romania”. Da ciò ne possono derivare foto curiosissime. Gli appassionati di foto naturalistica e macro si trovano circondati da due parchi nazionali di grande bellezza dove poter appagare ogni desiderio fotografico sia per contesto ambientale che per gli animali (esistono luoghi di appostamento). Per le foto notturne gli amanti del genere potranno divertirsi a immortalare la volta celeste con la Via Lattea (grazie all’assenza di inquinamento luminoso). Se ci sono interessati alla foto sociale, questi potranno accompagnare le attività dell’Associazione Il Giocattolo. Ovviamente nel totale rispetto della delicatezza delle situazioni e sempre chiedendo autorizzazione (peraltro molto facile da ottenere). L’argomento è delicato e l’approccio dovrà essere preventivamente concordato con noi (che abbiamo un rigoroso codice etico e di comportamento). Merita un cenno la possibilità di fare fotografie nell’area della vecchia miniera abbandonata, ovviamente in piena consapevolezza che si tratta di luogo fatiscente e quindi potenzialmente pericoloso. Certamente affascinante per gli appassionati del genere “archeologia industriale”. Infine l’autunno. Grazie a un’aria particolarmente limpida e conseguente cielo brillante, i colori autunnali rendono a meraviglia la loro magnificenza in ottobre.