Cibo e Tradizione



Cibo e Tradizione



La Romania, come ogni nazione, ha piatti tipici, che si sono evoluti nel corso dei secoli e che si legano a usanze e tradizioni (come l’offerta del pane e del sale agli ospiti). Dapprima i daci ed i romani, poi l’impero ottomano e quello austro-ungarico, hanno portato idee e tradizioni che sono alla base della cucina e della gastronomia romena di oggi. Ecco un elenco dei piatti e alimenti più diffusi.


Piatti tipici

Cibo


Antipasti

Primi piatti

La Ciorbă de burtă
  • Ciorbă: è il piatto principale ed è una minestra o zuppa, preparata con ingredienti diversi.
  • Mămăligă: piatto a base di farina di mais equivalente alla polenta.

Secondi piatti

  • Salată de boeuf.
  • Salată de vinete, inslata di verze.
  • Zacuscă, una specie di giardiniera.
  • Tochitură: carne di maiale, formaggio di pecora, uova, aglio, polenta (mămăligă).
  • Mititei o Mici: polpette di forma cilindrica di carne di manzo (talvolta mescolata con maiale o pecora) condita con aglio e pepe nero (a volte peperoncino) e una spezia chiamata Cimbru (il timo). Sono cucinati sulla griglia e possono essere serviti con senape o con altre salse locali.
  • Sarmale: involtini di foglie di verza o di vite farciti con macinato di carne di maiale, riso, più altre verdure e sapori.
  • Fasole cu cârnați: fagioli con salsiccia affumicata.
  • Frigarui: carne marinata e cotta allo spiedo (analoga ai classici “spiedini”).

Formaggi

Due rinomati prodotti romeni: la Brânză de burduf e la Fetească Neagră

Dolci

  • Cozonac: dolce tipico natalizio dalla forma parallelepipeda ripieno di canditi, noci o cacao;
  • salam de biscuiți, un salame di cioccolato e biscotti;

Bevande

Tra i liquori la Țuică.
Gli amanti dei vini trovano soddisfazione in questo campo:

Vini liquorosi
  • Busuioacă de Bohotin
  • Tămâioasă românească

Vini

  • Ardeleancă
  • Berbecel
  • Cadarcă
  • Creață de Banat
  • Crâmpoșie
  • Fetească Albă
  • Fetească Regală
  • Frâncușă
  • Galbenă de Odobești
  • Grasă de Cotnari
  • Iordană
  • Majarcă albă
  • Mustoasă de Măderat
  • Plăvaie
  • Roșioară
  • Șarbă
  • Steinchiller
  • Zghihară de Huși
  • Băbească Neagră
  • Fetească Neagră
  • Negru de Drăgășani
  • Novac
Le birre romene più famose sono:

Altri prodotti



TRADIZIONI ROMENE


La Romania è ancora ricca di tradizioni (ma dovremmo dire “modi di vivere”) ormai scomparsi in tutta Europa e che in Romania invece mantengono salde radici. La pastorizia è molto diffusa e quindi è molto facile incontrare pastori lungo le strade, con i quali è anche molto bello intrattenersi per uno scambio di battute. Spesso sono ancora vestiti di pelli di pecora. I campi sono costellati di covoni fatti con il tradizionale legno centrale. Rare sono le moderne balle di fieno. La Pasqua (soprattutto ortodossa) è vissuta con lunghe e partecipate cerimonie che rispettano l’antica procedura. La festa è arricchita da uova dipinte in modo pittoresco. Il folklore è caratterizzato da bei costumi ricchi di colori e ricami, ovviamente diversi nelle differenti regioni (Judet). Caratteristiche sono poi le danze popolari, tradizione mantenuta viva in quasi tutti i paesi e nelle città.   In generale si può confermare che i romeni sono tra i popoli più accoglienti e amichevoli al mondo. E’ davvero raro trovare persone che non accolgano con un sorriso, soprattutto nei paesi più piccoli dove è certamente rimasto un calore umano che nelle città grandi si va piano piano perdendo (come in occidente, sigh!). Tutta la Romania è caratterizzata dalla mancanza di pericolo. Prova ne è l’uso dell’autostop, praticato anche dalle donne a qualsiasi ora (è il miglior indicatore di assenza di pericolo).